Il Sistema Sanitario Nazionale

In Italia, nonostante evidenti problemi, possiamo contare su una assistenza medica pubblica tra le migliori del mondo. Tutte le strutture sanitarie publiche fanno parte del Sistema Sanitario Nazionale.

Il Sistema Sanitario Nazionale fu creato nel 1978 per garantire l'assistenza sanitaria gratuita agli italiani con la copertura economica proveniente dalle imposte e tasse versate dai cittadini allo stato (sistema solidaristico).

Negli anni il concetto ha dovuto subire necessariamente dei cambi anche importanti ma sostanzialmente ancora funziona nella stessa maniera. Si è cercato di limitare sprechi adottando politiche più rigide nei riguardi di personale e pazienti. È stato introdotto il ticket, dapprima quasi una formalità con quote moto basse, oggi, anche grazie al lievitamento dei prezzi dovuto all'introduzione dell'Euro, i tickets, sopratutto per certe prestazioni sanitarie possono essere abbastanza cari.

Ma il problema maggiore del Sistema Sanitario Nazionale rimane la qualitá o la tempestivitá della prestazione sanitaria che cambiano anche in funzione del luogo di residenza peggiorando notevolmente se si vive in una cittadina priva di buone strutture sanitarie pubbliche. Il problema del sovraffollamento è in aumento e provoca lunghi tempi di attesa per poter effettuare delle analisi, delle visite o degli interventi chirurgici se non necessari urgentemente e richiesti dal pronto soccorso di un ospedale pubblico.

L'alta affluenza di pubblico alle strutture del Sistema Sanitario Nazionale limita in qualche modo anche la qualità dell'attenzione ricevuta. Spesso il personale addetto, infermieri e dottori, soffrono un certo stress... o por lo meno sono giustamente obbligati a ridurre al massimo i tempi concessi per paziente provocando insoddisfazione e, a volte, anche qualche errore di diagnosi o terapia.

Ecco alcune delle ragioni per cui tanti italiani, nonostante possano godere dei servizi offerti dal Sistema Sanitario Nazionale, comunque abbiano stipulato una polizza di assicurazione sanitaria o polizza salute che gli consente di scegliere dove e quando curarsi senza tante attese o magari dover intraprendere viaggi ad altre cittá per ricevere la prestazione sanitaria necessaria. Potreste essere interessati a leggere questo articolo: Chi ha bisogno di una Assicurazione Sanitaria?

Vediamo brevemente come è organizzata la struttura del Servizio Sanitario Nazionale. Per concetto si basa sul principio di sussidiarietà, nella pratica si articola in diversi livelli di responsabilità e di governo:

  • Livello Centrale - Lo Stato ha la responsabilità di assicurare a tutti i cittadini il diritto alla salute mediante un forte sistema di garanzie, attraverso i livelli essenziali di assistenza.
  • Livello Regionale - Le Regioni hanno la responsabilità diretta della realizzazione del governo e della spesa per il raggiungimento degli obiettivi di salute del Paese. Le Regioni hanno competenza esclusiva nella regolamentazione ed organizzazione di servizi e di attività destinate alla tutela della salute e dei criteri di finanziamento delle Aziende sanitarie locali e delle aziende ospedaliere (anche in relazione al controllo di gestione e alla valutazione della qualità delle prestazioni sanitarie nel rispetto dei principi generali fissati dalle leggi dello Stato).

Enti
Il Servizio Sanitario Nazionale è composto da vari enti ed organi di diverso livello istituzionale, che concorrono al raggiungimento degli obiettivi di tutela della salute dei cittadini. Ecco quali ne fanno parte:

· Ministero

· Enti ed Organi di Livello Centrale:


· Enti ed Organi Territoriali: