Condizioni Contrattuali Polizza Sanitaria

Una Polizza Sanitaria o Assicurazione Salute prevede condizioni o patti contrattuali di rivalsa e modalità di attivazione particolari. Generalmente sono tutte a tutela delle compagnie assicurative le quali cercano di evitare di assicurare persone già malate o che stiano per dover sostenere delle spese mediche per risolvere una condizione già conosciuta.

Nella maggior parte dei casi di qualsiasi altra polizza assicurativa facoltativa, le coperture offerte dalle assicurazioni sono valide quasi immediatamente, generalmente alle 24 del giorno di stipula. Una Polizza Sanitaria, invece, ha dei tempi di decorrenza o attivazione diversi che, se non trascorsi al momento di verificarsi l'esigenza di sostenere delle spese mediche da parte dell'assicurato, sollevano la compagnia assicurativa dall'obbligo di rispettare le coperture previste dal contratto.

Generalmente, una Polizza Sanitaria prevede, per esempio, che:

- Debbano passare più di 30 giorni dalla stipula della polizza affiche si possa contare sulla copertura per le spese necessarie per un ricovero per malattia o intervento chirurgico.

- Solo 300 giorni dopo la firma del contratto assicurativo si potranno esigere le garanzie dell'assicurazione al dover far fronte alle spese per il parto o per problemi relativi alla gravidanza e al periodo post-parto.

Per quanto riguarda infortuni o incidenti, le condizioni contrattuali di una Polizza Sanitaria, prevedono normalmente che le coperture o garanzie assicurative siano pressochè immediate. Non abbiate mai pigrizia nel leggere tutte le clausole di una Polizza Sanitaria prima di firmarla ...ne vergogna a fare tutte le domande che vogliate al vostro interlocutore affichè vi sciolga qualsiasi dubbio.

Se state "studiando" la vostra Polizza Sanitaria tra le tante opzioni offerte dalle assicurazioni online, paragonate bene tutte le clausole delle polizze e non guardate troppo solo al prezzo... Spesso "l'economico" risulta "più caro"...

Altre clausole classiche di una Polizza Sanitaria solo l'esclusione di particolari patologie e le malattie eventualmente diagnosticate prima della stipula della polizza, le quali devono sempre essere dichiarate nei questionari medici richiesti dalla compagnia assicurativa.

Alcune Assicurazioni Sanitarie, oltre a prevedere il rimborso delle spese mediche sostenute, forniscono un'alternativa interessante agli assicurati che avessero problemi nell'anticipare i pagamenti delle prestazioni mediche necessarie. Si tratta della possibilità che l'assicurato si rivolga a una delle strutture sanitarie convenzionate con la compagnia assicurativa dove non gli sarà richiesto nessun pagamento per i servizi medici goduti. Ricevute e fatture relative alle prestazioni sanitarie ricevute saranno pagate direttamente la sua assicurazione.

Per ultimo, quasi sempre, anche una Polizza Sanitaria stabilisce uno "scoperto" o franchigia a cambio di un premio assicurativo un pò inferiore. Questi limiti e le circostanze in cui si applicano possono essere flessibili ma vanno pensati ed accordati ovviamente prima di redigere il contratto di Assicurazione Sanitaria finale che le due parti dovranno poi sottoscrivere.

Per leggere altri dettagli sulle Polizze Sanitarie andate all'articolo: Assicurazioni Sanitarie.

Se volete conoscere una delle polizze più semplici ed effettive provate a leggere: Dottorcare